Blandizzi Laboratorio di Musica Blandizzi Laboratorio di Musica Blandizzi Laboratorio di Musica Blandizzi Laboratorio di Musica Blandizzi Laboratorio di Musica Blandizzi Laboratorio di Musica Blandizzi Laboratorio di Musica Blandizzi Laboratorio di Musica

Scarica Rassegna Stampa Progetto Scuola
Laboratori di Musica dal 2011 a seguire
Laboratorio di Musica "Comporre una canzone" 2012-2013
|||
Un grande poeta russo che si chiamava Aleksandr Puskin ha scritto un verso bellissimo che suona così: "Il cuore vive nel futuro". In particolare il vostro cuore è il futuro. Ed è per questa vostra felice condizione di sogni e di speranze che vorrei riuscire a parlarvi del futuro attraverso la musica.

La musica mette le ali al pensiero, fa crescere la sensibilita', ha la capacità di incontrare te stesso e gli altri, la musica amplia il significato profondo del testo, la musica: forse l'unico punto fermo, l'unica verita'. Spero che voi giovani possiate sempre coltivare la propria creatività per essere più felici e costruire comunità più forti e più sane.
E' stata una esperienza straordinaria il laboratorio di musica "Comporre una canzone" con gli studenti dell'Istituto Pitagora di Pozzuoli (Dirigente scolastico Cesare Fournier) partecipi al corso nell'ambito del progetto "Una stanza tutta per noi" (novembre 2011 - maggio 2012), organizzato dall'Associazione "Febe". Fra teoria, analisi e armonia pratica, il mio principale obiettivo è stato di esaltare tutte le potenzialità e la creatività degli alunni. Le prospettive iniziali non erano delle migliori per l'esiguo (cinque) numero di partecipanti, ma via via essi sono arrivati a 15. Segno che il tam tam, il passaparola e il mio diretto intervento nelle aule con i singoli docenti avevano centrato l'obiettivo. E così di lezione in lezione l'entusiasmo cresceva sempre di più. E non c'è ingrediente più stimolante e incoraggiante per un docente constatare che ad ogni input concreto gli studenti rispondevano con grande interesse. Il risultato di questo percorso scolastico all'insegna della chiave di violino si è identificato soprattutto nel brano "Nessuno è più diverso", scritto dagli studenti e da me. Va subito detto che le parole di questa canzone vanno al di là della loro stessa pur gradevole musicalità, per accedere ad un significato che è un appello e un sogno per una società più giusta, più tollerante, in grado di conservare i valori della propria identità e contemporaneamente di aprirsi alla convivenza con la diversità sessuale, di colore, di lingua e di religione. Soltanto nel multiculturalismo, suggerisce la canzone, si potrà imbastire un mondo migliore. I ragazzi, che hanno assunto il nome di "Zanzare Young Band" con questa composizione di testo e musica hanno partecipato al "Primo Trofeo della Nuova Musica Italiana" di Radio Italia ed hanno anche interpretato il brano nello spettacolo finale del corso, riscuotendo un unanime successo da parte di un folto pubblico. Insieme con l'Associazione "Febe" che mi ha seguito e supportato con grande passione, sono riuscito a raccogliere il brano in un cd e per far questo ho trascinato i ragazzi in un studio di registrazione. Anche questa è stata bella esperienza. Pur essendo molto emozionati, ce l'hanno messa tutta, oltre ogni aspettativa. Sono stati bravissimi. Se posso permettermi di chiosare questa operazione didattica , la scuola dovrebbe insistere su questi percorsi: dalla musica al teatro passa gran parte della nostra civiltà. E per di più entrambe sono "materie" che arricchiscono lo studio delle discipline teoriche e professionali del programma. La musica instilla nella mente e nel cuore degli studenti una marcia, un guizzo, una curiosità in più per meritare meglio gli orizzonti della vita. "C'è una tale persuasione nella musica!", esclamava il grande poeta John Milton. Per parte mia, e concludo, ho conosciuto degli studenti straordinari. A gennaio 2013 ho ripreso il laboratorio grazie al volere del dirigente scolastico dell'Istituto Pitagora e all'entusiasmo dei ragazzi. Sicuramente continuare il percorso ci porterà altri bei frutti come quelli precedenti.
Grazie all’entusiasmo degli studenti dell’Istituto Pitagora di Pozzuoli e alla sensibilità del dirigente scolastico Prof. Cesare Fournier, anche quest’anno il percorso del laboratorio di musica "Comporre una canzone" è giunto al secondo anno portando altri ottimi risultati.

E sempre puntando sulla creatività dei miei ragazzi che sono stati impegnati nella costruzione di un testo da me musicato e da loro cantato e inciso, hanno coronato un piccolo sogno producendo, sotto la loro etichetta "Zanzare Young Band", un cd singolo dal titolo "Una vita sostenibile", che al 2° Trofeo nazionale della Nuova Musica Italiana di Radio Italia "7 note dalla scuola" si è classificato quarto su 105 selezionati.

Una canzone che, nonostante tutte le difficoltà del momento, intende insistere sulla intelligenza di un’esistenza condivisibile fra lavoro, natura e solidarietà. Ho cercato durante il percorso del laboratorio di miscelare teoria e pratica, spronando gli studenti ad incuriosirsi ed a sperimentare.

In parole povere ad imparare facendo e divertendosi, con PASSIONE (parola chiave di tutta la durata del corso).
Quest’anno per il progetto finale abbiamo tenuto due concerti, il primo il 25 maggio al Museo del sottosuolo e l’altro all’Auditorium della scuola il 7 giugno.

Non sono mancati anche riconoscimenti come per esempio al Teatro Augusteo per il premio "Fabrizio Romano" e tanti altri.

Altra novità di quest’anno è che i ragazzi per loro scelta e per mio grande piacere hanno voluto interpretare alcune tra le più significative canzoni della mia carriera, donandomi ogni volta una forte emozione. Sia io che il preside siamo uniti dalla convinzione che la musica può aiutare ad un cambiamento di visione che va alimentato sin dalla più tenera età, a partire dai giovani e dai giovanissimi.

Perché sono le piccole scelte quotidiane che costituiscono i gradini che consentono di arrivare alle grandi consapevolezze ed a nuovi scenari possibili.